nel fantastico mondo di GUANTAtoys

foto di Michele Lischi
Sabato è stata innaugurata la mostra (mostra e dimostra) a sangiuliano.
Nel realizzare "l'opera" esposta sono riuscito a dare il peggio di me:
  • bozzetto idea, il lunedì sera
  • realizzazione disegni su freehand, martedì e mercoledì
  • ricerca e prestito videoproiettore, mercoledì sera
  • acquisto compensato, giovedì mattina
  • riproduzione disegni sul compensato, giovedì pomeriggio
  • inizio pittura, notte giovedì-venerdì
  • taglio sagome compensato, venerdì pomeriggio
  • pittura, notte venerdì-sabato
  • allestimento, sabato pomeriggio
  • cartellini opere, sabato pomeriggio alle 18
  • innaugurazione, sabato pomeriggio alle 18,30
In sostanza 4 giorni di lavoro da recuperare, due notti in bianco, sei bottiglie di birra (incredibilmente poche!), i pantaloni buoni rovinati e una spesa per materiale di circa 100 euro.
risultato: "mi piacciono proprio i tuoi conigli"

ma guarda un po' cosa si fa per vivere

2 comments:

bunnysburk said...

Freud insegna: uno parla di una cosa quando in realtà ne vorrebbe dire un'altra. Parlare dei conigli è facile; parlare dei guantatoys è più complicato.

al said...

sorry che non venni. sorry. perdavvero. è una vita densa. troppo.